L’attore e lo spazio – Strumenti di ascolto scenico:

tratteremo l’ascolto dell’attore nello spazio. Ascolto inteso come consapevolezza e presa di coscienza di tutto ciò che succede nella scena, a livello di suoni, movimenti, spazi vuoti, battute e quant’altro, nonché la consapevolezza di avere un pubblico che reagisce più o meno impercettibilmente a ciò che vede;

IL MOTO DELL’ATTORE – Sul gesto psicologico:

attraverso le dinamiche del gesto psicologico, previste da Michail Cechov, studieremo l’immedesimazione dell’attore nel personaggio, il cosiddetto motore del personaggio, che coinvolge tutto il corpo, compreso lo sguardo e la voce.

SUPEREROI:

Potenzieremo i superpoteri che abbiamo tutti: ascolto, visione periferica, gestione dello spazio e di un gruppo. Lavoreremo successivamente sulla condizione eroica dell’essere umano, sotto l’aspetto della salvezza, della protezione, della sicurezza verso l’altro, attraverso lo strumento del ricordo.

TROVA LA TUA COMICITÀ:

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono sperimentare un primo approccio al teatro comico inteso nei suoi veri aspetti: dall’improvvisazione al cabaret, dalla costruzione di uno sketch alla creazione di un personaggio. Il tutto allo scopo di far emergere la vena comica. Non è necessaria alcuna esperienza, solamente predisposizione a mettersi in gioco. Perché tutti facciamo ridere, l’importante è rendersene conto.

ESPRESSIONE CORPOREA:

L’insegnante guiderà i partecipanti, a cui non è richiesta alcuna competenza specifica, attraverso un percorso di conoscenza del proprio corpo.

Una prima parte sarà dedicata alle tecniche di riscaldamento, respirazione e rilassamento, propedeutiche alla concentrazione e alla preparazione del lavoro dinamico.

Si procederà quindi alla scoperta delle proprie potenzialità e dei propri limiti, indagando le diverse parti del corpo e le possibilità di movimento dei singoli arti e della sua globalità. Il tutto da ricercare attraverso l’esperienza del corpo in movimento.

Si lavorerà sulla conoscenza e sull’uso dello spazio; ascolto ed interpretazione musicali ed infine sulla relazione con l’altro, attraverso lavori in coppia e in piccoli gruppi.

A VOCE PIENA:

La consapevolezza della propria voce dà la possibilità di ampliare la percezione di noi stessi. Per questo motivo, il corso è rivolto a tutti coloro che svolgono professioni in cui l’uso della voce è fondamentale: attori, insegnanti, avvocati, docenti, studenti, oratori e tutti coloro chiamati a tenere conferenze, convegni, seminari, webinar, ecc. ecc. Nel corso tratteremo i seguenti temi: ascolto del corpo, delle parti risonanti, dei punti di appoggio; esplorazione dell’apparato fonatorio e i suoi collegamenti con il resto del corpo; il suono nello spazio, risonanza interna ed esterna, sviluppo delle qualità timbriche; studio, osservazione e analisi di strutture musicali semplici quali la melodia, senso della frase, il suo respiro, sperimentazione creativa a servizio delle proprie esigenze espressive.